Ciclismo e mal di schiena

CICLISMO e MAL DI SCHIENA

La posizione aerodinamica non fisiologica assunta dai ciclisti altera le curve fisiologiche:

  • la lordosi lombare si inverte e da concava diventa convessa, assumendo un atteggiamento di cifosi lombare

  • la cifosi dorsale aumenta la sua curvatura

  • la lordosi cervicale aumenta la sua curvatura

ciclo1 (4)

La zona lombare è in grado di sopportare abbastanza bene tale posizione, seppure per un tempo limitato, perché il peso del tronco viene distribuito tra manubrio e sella.

 

Ma se tale posizione in flessione è mantenuta a lungo può provocare lombalgia e lesioni ai dischi lombari, perché aumenta la pressione sul pilastro anteriore producendo una forza che spinge in dietro il nucleo discale.

 

La zona cervicale è ancora più sollecitata: i muscoli estensori del collo sono costantemente contratti in una posizione non fisiologica per permettere all’atleta di guardare avanti.
A questa posizione sfavorevole si aggiungono poi i microtraumi ripetuti legati ai sobbalzi e alle vibrazioni continue imposte alla bicicletta dal fondo stradale.

 

Si comprende quindi come la posizione aerodinamica mantenuta a lungo provochi facilmente dolore cervicale e lombare.

thV8GP3M86

 

Il dolore in questo caso,è un sintomo intelligente, è uno stimolo a cambiare posizione. Se questo non avviene, gradualmente si avrà un’usura precoce della colonna vertebrale.
A livello lombare il nucleo discale può andare in contro, con il passare del tempo, a protrusione, o peggio, ernia.

A livello cervicale l’aumento di pressione sul pilastro posteriore, se protratto, può provocare un’artrosi cervicale precoce.

 

COSA FARE

 

E’ bene quindi che l’atleta una volta sceso dalla bicicletta esegua i giusti movimenti di compenso per riequilibrare il rachide.

Per la zona lombare sono utili i movimenti di compenso in estensione, di mobilizzazione e decompressione.
Per il tratto cervicale i movimenti più efficaci per ottenere un effetto antalgico di compenso sono esercizi di auto allungamento e posizioni di rilassamento in flessione.

In caso di dolore acuto sono consigliabili la TECARTERAPIA e  LASER TERAPIA POLIMODALE

 

 Per maggiori chiarimenti puoi fissare un appuntamento per una consulenza gratuita

CHIAMACI 03311831933