Calcio e mal di schiena

CALCIO E MAL DI SCHIENA

images (2)
L’incidenza dei dolori vertebrali tra i calciatori è limitata, poiché la maggior parte degli infortuni calcistici coinvolge gli arti inferiori.

Tuttavia il calcio sollecita notevolmente anche la colonna vertebrale.

FATTORI DI RISCHIO:
Ø  frequente rotazione flessione ed estensione del tronco
Ø  i movimenti tipici che prevedono corsa, cambi di direzioni salti e contrasti
Ø  i possibili traumi quali atterramenti cadute scontri e trattenute tra giocatori
Le conseguenze negative di questi fattori di rischio possono portare a dolori vertebrali, lesioni ai dischi intervertebrali e alle faccette articolari.

Azione del calciare
L’azione del calciare, è potenzialmente dannosa per il tratto lombare, specialmente nei calci da lunga distanza, quando si ha u’iperestensione del rachide, specialmente quando il calcio inizia in una posizione di flessione del tronco. Allo stesso modo, un’eccessiva estensione delle anche trascina in iperestensione la regione lombare.

Dribbling
È una tecnica utilizzata per eludere l’avversario, si eseguono finte e rapidi movimenti laterali.
Questi bruschi cambi di direzione e velocità possono sollecitare negativamente la colonna vertebrale con movimenti di eccessiva rotazione o flessione laterale.

Contrasto
I movimenti di contrasto possono provocare lesioni al rachide in seguito ad uno scontro, in seguito a ripetuti movimenti di rotazione o di flessione laterale nei contrasti con le spalle, in conseguenza di una cattiva esecuzione in scivolata.

calcio

Gioco di testa
Il colpo di testa sollecita notevolmente il rachide cervicale: è un microtrauma che ripetuto nel tempo può provocare usura precoce dei dischi intervertebrali, dolore e artrosi cervicale.
L’entità delle sollecitazioni che la palla produce colpendo la testa del calciatore dipendono da:
Ø  qualità del gesto tecnico
Ø  forza dei muscoli che stabilizzano il rachide
Ø  pressione della palla
Ø  direzione da cui proviene e verso cui si indirizza la palla. Se la direzione da cui proviene la palla non è frontale ma laterale e se la palla viene colpita con una rotazione del collo, le sollecitazioni sul rachide cervicale sono molto più elevate. Allo stesso modo è potenzialmente più dannoso colpire la palla indirizzandola all’indietro con un iperestensione del tratto cervicale.

Rimessa laterale
Le rimesse laterali sollecitano in iperestensione la regione lombare, il braccio di leva viene aumentato dall’azione di entrambi gli arti superiori che, per imprimere più velocità alla palla vengono portati più indietro possibile provocando un carico molto elevato sulle faccette articolari posteriori delle vertebre lombari.
In questo modo si sollecita negativamente la colonna in flessione provocando una pressione elevata sui dischi intervertebrali a livello lombare.

 

PER MAGGIORI INFORMAZIONI 0331773502

 IMG sport health WA0001 300x3001